domenica 17 febbraio 2013

Fluido dolci carezze (con 2% b.karitè)


La Domenica è da sempre il giorno dedicato agli esperimenti cosmetici, culinari e di blog Occhiolino

Domenica scorsa ho voluto modificare il fluido dolci carezze per vedere se, con meno lecimix e con una piccola percentuale di burro, potevo renderla più soda e durevole nel tempo (ovvero che duri 1 mese senza sapere di lecitina e diventare giallina).
Ingredienti per 100ml:
Fase A
- 68 ml acqua gelificata con 2% di fecola di patate
- 16 gt Cosgard
- 10 gt oe arancio dolce

Fase B
- 7 ml lecimix (60:40)
- 23 ml oleolito lavacamolendula
- 2 g b. karitè

Ho dapprima gelificato a bagno maria l’acqua con la fecola e, dopo raffreddamento, ho aggiunto il cosgard e 2 cuc.ni (circa 2ml) di citrato al 20% per regolare subito il pH. Ho lasciato riposare il gel per almeno 2 ore (l'ideale sarebbe almeno una notte).
Dopo 2 ore e mezza ho preparato la crema pesando il lecimix e disciogliendovi il b.karitè al micro-onde per pochi secondi. Ho quindi pesato l’oleolito e dato una prima frullata con minipimer (vedrete che sbiancherà leggermente). 
Dopodichè ho aggiunto tutto il gel e frullato per almeno 2 minuti. 
Si aggiungono poi le 10 gt di oe di arancio e si mescola molto bene prima di inserirla in un dispenser. 
L’odore rispetto alla precedente versione è molto meno marcatamente “leticinoso”, così come il colore. Al tatto risulta meno unta dell'originale fatta con solo olio, e di una consistenza più soda e setosa sulla pelle, effetto dato dal karitè.
Si raccomanda l’uso entro 3/4 settimane, perchè la lecitina passato il periodo iniziale tenderà a faticare nel mantenere l’emulsione (tenderà a diventare marroncina e a sapere da lecitina).

Un'ultima cosa importante: il costo finale della crema, considerando gli ingredienti usati, è di circa €0.60 :-) (considerando anche il metano e la corrente elettrica usata per fare il gel e frullare)

Aggiornamento del 17.02.2013.
La consistenza è rimasta la stessa di una settimana fa, così come il colore e la setosità sulla pelle. 
Consiglio di aggiungere il gel alla fase B poco alla volta, frullando nel frattempo, mentre per fare un gel velocemente usare un pentolino piccolo, magari alto e stretto, così che si riscaldi velocemente, risparmiando tempo e metano ;-)

Consiglio anche di aumentare >10gt di oe desiderato, perchè anche se c'è poca lecimix il sottofondo "leticinoso" rimane ancora un pò.

2 commenti:

  1. Ciao, il tuo blog mi piace moltissimo, vorrei fare la cremina ma mi hanno fermato le quantità il ml, vorrei saperle in grammi.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cinzia!
      in effetti nei miei primi post mettevo g ed ml ... pesa tutto in grammi.. quindi l 'acqua 68 g lecimix 7g e oleolito 23 g...
      la lecitina è setosa e rende morbida la pelle .. ma ha un difetto enorme: dopo due mesi la crema odorera di lecitina.. quindi fanne solo 100g cosi che la puoi finir in freta.
      una regola importante è che con la lecitina i grassi devono essere il 25-30% altrimenti la crema rischia di smontare nel tempo...
      al posto della fecola è molto valido anke l amido di mais ...

      Elimina

Ogni commento verrà singolarmente moderato a posteriori perciò:
-se non avete un account, per cortesia, firmatevi :-) mi piace sapere almeno il nome di chi mi scrive;
-lo spam verrà cancellato, così come qualunque commento considerato irrispettoso, maleducato, ecc....
Grazie per la vostra collaborazione! ^^