martedì 25 marzo 2014

Sapone fatto in casa (con il metodo a freddo)


ciao a tutti!

Qui devo ringraziare Maghella di casa che mi ha inoltrato il suo utilissimo e-book su come creare in casa un ottimo sapone.:-))
Dal momento che questo post più che un ricettario è un wiki101, ho deciso di farVi una sorta di piccolo vademecum su come fare un sapone base semplice, sia delicato per il corpo, sia per il bucato. Inoltre ho inserito una tabella guida con le caratteristiche dei vari olii e burri, il loro indice di saponificazione, ecc....



Con un semplice calcolo matematico sarà quindi possibile, una volta a conoscenza dell'indice di saponificazione, procedere alla creazione del sapone fatto in casa.
Ogni olio, burro e cera hanno il loro proprio indice si saponificazione, o SAP, che deve essere considerato quando si esegue il calcolo per la soda/acqua.
Nella tabella sopra sono presenti anche le caratteristiche date al sapone dagli olii, e le quantità finali consigliate.


Indici di saponificazione

Come ben sapete i tempi della lisciva delle Nonne sono ormai passati, ma ecco che ci viene in aiuto l'idrossido di sodio NaOH, comunemente conosciuto come "Soda caustica".
Come dice il nome stesso è una soluzione caustica, fortemente basica con un pH di 14, ustionante e che sprigiona calore una volta a contatto con l'acqua. Oltre al calore però sviluppa anche fumi e vapore che non si devono assolutamente respirare.

Quando maneggiate la soda state attenti, sarebbe meglio usare guanti e mascherina, ma io lavoro attentamente anche senza queste attrezzature. Semplicemente sto sul davanzale della finestra aperta e lentamente verso la soda nell'acqua e, sempre lentamente, mescolo fino a completo dissolvimento del soluto.

Nel mentre che la soluzione basica ritorna ad una temperatura accettabile, circa 45°C, si mettono a scaldare gli olii prescelti, o burri, giusto qualche minuto a fuoco bassissimo e poi si spegne il fuoco. L'ideale sarebbe usare un termometro per alimenti che da la giusta temperatura di lavoro, sia per olii che per soda, che deve essere di 45°C +/- 5°C.

Una volta che le temperature sono simili si procede con l'aggiunta della soluzione caustica nella fase grassa. 
Si mescola bene ma lentamente con un cucchiaio. 
Poi con il minipimer si comincia a frullare fino alla comparsa del "nastro", ovvero quando la poltiglia si addensa e, quando tirate su il minipimer, le gocce che ricadono nella teglia devono rimanere in superficie qualche secondo: in pratica con la punta dell'elettrodomestico dovete scrivere sulla superficie. Se vedete che la scrittura rimane in superfici allora siete pronti per travasare il sapone negli stampi.
Se volete dare un tocco di colore è questo il momento per aggiungere spezie colorate o coloranti alimentari.
Importante: alcuni coloranti alimentari potrebbero virare a contatto con un'ambiente basico, si consiglia pertanto di fare una prova prima con una soluzione di soda e acqua per mimare il comportamento e l'eventuale viraggio dei coloranti.
Volendo si possono aggiungere anche aromi, come polvere di caffè, o cacao amaro.
Una volta che avete travasato il sapone negli stampi non dovete far altro che avvolgerli in un asciugamano o coperta, e metterli in un posto caldo per almeno 24-48 ore. Trascorso questo tempo tagliate il sapone e lasciatelo maturare in luogo fresco e asciutto per almeno 60 gg.
Io ho provato il sapone delicato dopo 30 gg ed era già ottimo. Non irritava e non dava fastidio, quindi credo che la soluzione caustica fosse bella che saponificata. 

Ma veniamo a come fare i calcoli per creare il ns sapone fatto in casa:
1) Pesare l'olio in grammi
2) Grammi di Soda = grammi di olio x SAP
3) Grammi di acqua = grammi di olio per 30/100

Esempio:



Per 1000 g di olio d'oliva di sansa:
Grammi di Soda  = 1000 g olio x 0.134  = 134 g
Grammi di acqua = 1000 g olio x 30/100 = 300 g
Quindi per 1000 g di olio di sansa dobbiamo pesare 134 g di soda in 300 g di acqua distillata (meglio di quella del rubinetto piena di sali). Non ho scontato la soda in quanto è un sapone di Marsiglia da bucato e quindi non voglio che ci siano olii liberi una volta che il processo si sarà concluso.
Qualora invece vogliate scontare la soda per procedere alla creazione di un sapone più delicato, basterà sottrarre dalla quantità di soda la percentuale di sconto che vorrete applicare.
Quindi se volessi uno sconto del 6% devo fare come segue:
Grammi di Soda  = 1000 g olio x 0.134  = 134 g
134 g x 6*100 = 6.7 g di soda da sottrarre --> 134 g - 8 = 126 

Come ho detto sopra ringrazio ancora una volta Maghella di Casa che gentilmente mi ha spedito il suo utilissimo e-book :-).

V.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento verrà singolarmente moderato a posteriori perciò:
-se non avete un account, per cortesia, firmatevi :-) mi piace sapere almeno il nome di chi mi scrive;
-lo spam verrà cancellato, così come qualunque commento considerato irrispettoso, maleducato, ecc....
Grazie per la vostra collaborazione! ^^